Visualizzazione di 1-12 di 52 risultati

Acquamara

Dal blend delle tre selezioni Fiano, Greco e Falanghina nel 2010 nasce Acquamara che prende il nome dall’antico corso fluviale che attraversa i vigneti.

Le migliori uve provenienti dai suddetti terreni vengono accuratamente selezionate e il mosto che se ne ottiene viene fatto fermentare in botti di castagno da 500 litri dove rimane in affinamento sui lieviti per oltre sei mesi; termina la sua maturazione in bottiglia per altri cinque mesi.

Proprio la fermentazione in legno ed il lungo affinamento sui lieviti conferiscono a questo vino una struttura importante senza intaccare la freschezza e la tipicità della suddetta triade.

Ottimo per accompagnare piatti a base di pesce, carni bianche, formaggi, si presta bene anche come vino da meditazione.

Agave Chardonnay

Dotato di ottima sapidità e persistenza, fresco, armonico e di grande piacevolezza.

Agnese

Vino sapido e dal bouquet complesso con note floreali e agrumate

Artemisia

Veste giallo paglierino dai riflessi dorati. Bouquet olfattivo ricco di sentori floreali di acacia, biancospino, camomilla e ginestra. Note fruttate legati a riconoscimenti di ananas, pompelmo, cedro e mela. Fresca nota erbacea di melissa e salvia. Al gusto esce fuori tutto il carattere tipico della varietà, secco, fresco ed equilibrato, dalla chiara impronta salina che lo rende lungo e profondo.

Chardonnay

Vitigno a maturazione precoce, ama le zone soleggiate, ventilate e senza ristagni d’acqua comprese fra i 300 e i 700 metri. In Valle di Cembra raggiunge le caratteristiche di un grande vino: freschezza ed eleganza sono le qualità che lo contraddistinguono.

Chardonnay DOC

Vino bianco dal colore paglierino. Profumo ampio, con sentori di frutta esotica, pesca e mela. In bocca ha una buona struttura, morbidezza e grande eleganza.

Colle Lepre

Dopo una paziente sperimentazione in vigna, a completare la gamma Porto di Mola nel 2011 nasce il Collelepre.

Questo Fiano conferma l’attaccamento della famiglia Esposito alle tradizionali varietà di uve campane ed afferma la vocazione dei nostri terreni a dare prodotti di alta qualità.

In questo vino troviamo la massima espressione dei varietali accompagnata da una spiccata freschezza e mineralità, frutti di un mirato equilibrio tra pianta, territorio e professionalità in cantina.

Donna Elena

Dal blend delle tre selezioni Fiano, Greco e Falanghina nel 2010 nasce Acquamara che prende il nome dall’antico corso fluviale che attraversa i vigneti.

Le migliori uve provenienti dai suddetti terreni vengono accuratamente selezionate e il mosto che se ne ottiene viene fatto fermentare in botti di castagno da 500 litri dove rimane in affinamento sui lieviti per oltre sei mesi; termina la sua maturazione in bottiglia per altri cinque mesi.

Proprio la fermentazione in legno ed il lungo affinamento sui lieviti conferiscono a questo vino una struttura importante senza intaccare la freschezza e la tipicità della suddetta triade.

Ottimo per accompagnare piatti a base di pesce, carni bianche, formaggi, si presta bene anche come vino da meditazione.

Duca Minimo Trebbiano

Al poeta Gabriele D’Annunzio, abruzzese doc, il quale amava appellarsi il “Duca Minimo”

 

Eden

Manto paglierino dai riflessi verdolini. Naso ben articolato tra fragranze floreali di biancospino, acacia e rosa gialla, cera d’api e frutti a polpa gialla di nespola e pesca. In bocca è secco, dal gusto ben equilibrato nella persistenza e nell’intensità delle percezioni legate alla freschezza che si completano nel finale con note di agrumi e mentuccia.